Esportare un database da SQL Server 2012 a SQL Server 2008

Qualche tempo fa abbiamo acquistato un nuovo server per lo sviluppo. Tutto molto bello, se non fosse che ci siamo accorti che ci avevano fatto l’upgrade di SQL Server dalla 2008 alla 2012. Poco male – abbiamo pensato – avrà quelle belle novità che faciliteranno il lavoro di sviluppo; in effetti qualche miglioria l’hanno introdotta, ma la sorpresa più grande è stata quando abbiamo avviato il trasferimento di un progetto sul server di produzione che ovviamente era rimasto alla versione 2008 del famoso RDBMS di casa Microsoft.
Infatti le novità alle volte portano con sé anche dei risvolti negativi, come in questo caso quello dell’incompatibilità dei backup tra queste due specifiche versioni. Continua la lettura di Esportare un database da SQL Server 2012 a SQL Server 2008

Memorie digitali (perdute)

Lo sapevo!
Sapevo di non potermi tirare fuori da questa casistica, sapevo che prima o poi sarebbe successo anche a me di perdere dei dati.
È una cosa parecchio frustrante amplificata nel mio caso dal fatto che non è dipeso da me.

Come quasi sempre accade quando sono fuori casa per un po’ di tempo, ho portato con me la mia fida fotocamera; sono un appassionato, la porterei sempre con me, ma gli ingombri sono quelli che sono ed alla fine mi accontento degli eventi per portarmela in giro. Quest’estate non poteva far eccezione, tanto più che avrei terminato il periodo di riposo con il matrimonio di due miei carissimi amici.
Tre settimane passate al mare ed in montagna, più il già citato sposalizio, tutte gelosamente stipate nelle celle di memoria di quella maledetta SD! Continua la lettura di Memorie digitali (perdute)

Devo imparare l’elettronica ed Arduino

Lo ammetto, è il mio punto debole: non conosco un tubo di elettronica. Eppure ne sono sempre stato affascinato! Credo di non sbagliare se affermo che molti di quelli della mia età, da bimbi o ragazzini, hanno provato a smontare una macchinina radiocomandata o il vecchio walkman o un qualche arnese ad elettricità anche solo per il gusto di vederne il loro interno.
Da programmatore, poi, ho sempre sognato di realizzare qualche aggeggio microprogrammato, ma purtroppo le uniche cose da me realizzate con stagno e saldatore sono qualche cavetto audio/video e altre piccole riparazioni a trasformatori, spinotti, etc…

Ma poi è arrivato Arduino, o meglio ne ho sentito parlare… Non ho perso molto tempo. Ho letto qualche “recensione”, qualche nota tecnica, qualche discussione ed un giorno l’ho fatto: ho preso lo starter kit! Tutto molto bello, anche abbastanza semplice grazie al libricino allegato con i primi progetti, ma ben presto mi sono reso conto che se avessi voluto dominare la piattaforma avrei dovuto iniziare dalle fondamenta, l’elettronica!

E così, abbastanza di malavoglia, ho accantonato la board ed ho iniziato a studiare. Devo confessare che è stata una scelta saggia, ora riesco a destreggiarmi tra i vari termini, ho finalmente appreso la legge di ohm e come si calcola il valore di una resistenza (wow XD)! Certo la strada è ancora molto lunga, ma già ho in mente mille progetti, la maggior parte dei quali applicabili alla domotica. Non vedo l’ora!

Introduzione alla sezione Informatica

Dato che è il mio pane quotidiano, ho pensato di aprire una sezione Informatica. L’obiettivo principale sarà quello di popolare la sezione Guide con soluzioni a problematiche che incontro nel lavoro di tutti i giorni. A meno che non sia strettamente necessario non entrerò nei dettagli o farò digressioni sul tema, proprio per focalizzare l’articolo sulla soluzione del problema proposto.
Inoltre lascerò i commenti aperti per eventuali commenti e critiche (costruttive) all’articolo. Buona lettura!

Coltello Bamboo a lama liscia

Ero alla ricerca di un bel coltello da chef e sabato scorso, al supermercato, ho intravisto questo coltello in bamboo. Economico, leggero ed affilato, addirittura ecocompatibile (anche lo scatolino era interamente in carta), sembrava essere il coltello definitivo. Ma purtroppo il primo utilizzo è stato anche l’ultimo. Il filo è andato a farsi benedire ed ora non è altro che un bastoncino appuntito. Ancora non so se è il caso di fare una passata di carta vetrata e provare a dargli nuova vita o dargli una degna sepoltura nel secchio della riciclata…!

Ciao mondo!!

Benché sia il titolo predefinito, è proprio quello che questo articolo vuole significare: un saluto a tutti, il primo del mio blog!

Chi mi conosce (e chi smanetta con i whois) sa che questo dominio è in mio possesso da molti anni senza che pubblicassi nulla al suo interno. Ovviamente non è rimasto inutilizzato, l’ho adoperato attivamente come palestra prima e come supporto per i progetti che mi venivano commissionati successivamente. Tutt’ora da qualche parte ci sono script ed utility nascoste che è meglio che rimangano tali…

Ora però è giunto il momento di fare di più! Considerato l’indirizzo ed i miei molteplici interessi ho deciso di iniziare il mio “quaderno degli appunti”, un luogo dove ritrovare guide, notizie, soluzioni e curiosità che mi capita di leggere o testare in prima persona; inoltre qualcuno già si è offerto come redattore freelance!

Buona lettura!